I piatti freddi, un must dell’estate
I piatti freddi, un must dell’estate
Vieni a gustarli al Monun Cafè

Caldo torrido o afoso, il risultato non cambia: spossatezza, energie al minimo e stanchezza accompagnano ogni momento della giornata, strappandoci persino la voglia di cucinare. 

E’ allora che una passeggiata serale al mare o una visita in una località d’arte diventano momenti importanti, attraverso i quali recuperare le energie perdute durante il giorno. 

Passeggiate, week end e ferie evocano immediatamente le architetture di Palazzo Spinelli, residenza settecentesca che ospita il Monun boutique Hotel & Restaurant, con i suoi spazi di bellezza, con la sua terrazza sul paesaggio delle Murge, le sale della sua Spa, per la cura del corpo e dello spirito. 

Non lontano da qui, il Monun Cafè è il luogo ideale anche solo per una brevissima pausa dal quotidiano. Se si ha tempo per una visita più articolata, si può pensare di percorrere la via delle botteghe dei ceramisti, nel quartiere il cui segno distintivo è proprio l’arte, per poi decidere di accomodarsi ai tavolini del Monun Cafè, in piazza Rossano.

Sotto il cielo estivo della sera, abbandonare il pensiero di dover preparare la cena e affidarsi alle cure degli chef Monun. Il Menu del Cafè offre un’ampia possibilità di scelta, tra proposte gastronomiche e bevande. 

E se le temperature elevate suggeriscono pasti leggeri e non troppo calorici, il posto giusto per accogliere questo consiglio è proprio qui, nel salotto all’aperto di piazza Rossano. Tra le tante idee da prendere in considerazione, un appeal in più per chi ha mal sopportato il caldo tutto il giorno, lo hanno forse i piatti freddi. Preparazioni che lo chef ha immaginato, proprio per onorare la cucina mediterranea, anche quando l’appetito è messo a dura prova dall’afa.

Crudo, caprese, tartare e bufala sono le quattro alternative presenti in Menu. Si può scegliere, appunto, tra un piatto di crudo, burrata e rucola e una portata a base di pomodoro, mozzarella e olive. Altrimenti, se si vuole virare verso l’esotico raffinato, si può ordinare una tartare di salmone marinato, con avocado e passion fruit. Gli amanti dei latticini non potranno sicuramente resistere al piatto che vede protagonista la mozzarella di bufala, abbinata a puntarelle e acciughe. “Vagamente” romano? Sicuramente appetitoso. 

Ciascuno di questi piatti raggiunge la tavola, accompagnato da un bel cestino di pane che profuma di buono. Tutta la bontà di una cucina sana, fatta con ingredienti selezionati con cura, e preparati secondo la migliore tradizione mediterranea. Con preziose contaminazioni culturali. L’incontro tra cucine diverse genera altra cultura, nuovi piatti da assaggiare. Gli chef Monun conoscono bene l’arte di unire, abbinare, miscelare. Vale anche per i cocktail. Venite a provarli.