Fave e cicoria: il gusto della tradizione
Fave e cicoria: il gusto della tradizione
una ricetta semplice e genuina che racchiude tutto il calore di questa terra

La Puglia è una terra ricca di sapori genuini e prodotti di alta qualità, tanto da essere diventata una delle mete gastronomiche preferite in Italia e nel mondo.

Ogni turista che desideri visitare la nostra regione non potrà non assaggiare uno dei piatti tipici della gastronomia locale: fave e cicoria, una ricetta semplice e genuina che racchiude tutto il calore di questa terra.

Un piatto antico, tipico della tradizione contadina pugliese, poi diffusosi come una delle portate principali in tutto il Sud Italia.

Secondo alcuni storici, «dell'antichità di questo piatto dice tutto il nome: Incapriata o ‘Ncapriata dal tardo latino e bizantino Caporidia, derivante a sua volta dal greco antico Kapyridia, polenta di farinacei, parrebbe, secondo alcuni, che questo sia il primo piatto, nel vero senso della parola, cucinato dall’uomo, dopo le varie abbrustoliture, accidentali o volute, che avevano cominciato a rendere più commestibili e digeribili i cibi provenienti dalla raccolta direttamente in natura».

Anche Aristofane nella commedia Le Rane, scritta circa nel 450 a.C., «racconta che Ercole , tra una fatica e l'altra, ci cibasse del suo piatto preferito, fave e foglie, per l' alto valore energetico», raccontano gli studiosi.

Per la preparazione di questo piatto, tanto rustico quanto saporito, sono indispensabili solo due ingredienti di prima qualità: le fave secche decorticate e le cicorie selvatiche, erbette spontanee dal gusto amarognolo. L'incontro dei due sapori contrastanti, una volta uniti, creano un piatto gustoso e unico.

La preparazione è lunga: le fave secche dovranno essere lasciate in ammollo in acqua per almeno 12 ore e cucinate poi fino a farne una purea morbida. Le cicorie dovranno essere ben lavate e poi sbollentate in acqua.

Il piatto viene poi condito e insaporito da un filo di olio extravergine di oliva e spesso accompagnato dal pane tipico della Puglia, quello di Altamura.

Fave e cicoria è una ricetta che si prepara in diverse zone della Puglia, da Foggia a Lecce, fino alle Murgie, e in dialetto è conosciuta come "Fav e fogghie", "Fae e foje" o "Févé e cècorèjè".

Anche all’hotel Monun, lo chef Alessandro Guarino delizierà i suoi clienti con questa ricetta della tradizione pugliese, rivisitata in maniera originale.