Zucchero suona l’organo nel Duomo di Taranto
Zucchero suona l’organo nel Duomo di Taranto
Nel Salento solo esperienze straordinarie

Zucchero Fornaciari suona l’organo nella cattedrale di San Cataldo, a Taranto. Nella sua città natale, Michele Riondino si esibisce con i rapper sul palco del locale Spazioporto e, intanto, gira il film Palazzina Laf. Il set, neanche a dirlo, è la città dei Due Mari. Vanessa Scalera (nel cast della pellicola e presente anche lei alla serata nello Spazioporto) ringrazia la Puglia per l’amicizia dimostrata e per la straordinaria accoglienza ricevuta. Taranto e la sua provincia sono realtà in fermento, lo notano subito gli artisti che raggiungono questi luoghi per esigenze professionali e, sempre più spesso, per il puro piacere di sperimentare la magia del Salento.

Il Monun, intanto, si prepara a garantire a tutti gli ospiti un’estate coi fiocchi, anzi con le stelle. Quelle della musica, del cinema, del teatro. Personalità e personaggi che porteranno alle Cave di Fantiano (a Grottaglie) e in altre location (tra Taranto, la Valle d’Itria e altri incredibili siti) atmosfere del tutto particolari. Per le calde serate dell’estate 2022, le proposte culturali abbondano, senza dimenticare le possibilità di incontri speciali con l’arte. Si aprono ad ogni angolo della città di Grottaglie, nel quartiere delle ceramiche cui si accede molto facilmente a piedi, partendo da Palazzo Spinelli (o dalla nuova struttura del Monun Hotel).

Potrà capitare di avvistare Gazzè, Foer, Scalera, Ron Moss o altri volti amati del mondo dello spettacolo proprio tra le vie del borgo, in una bottega artigiana o negli spazi del Monun. Incontri unici in luoghi altrettanto originali. Non c’è un manufatto in ceramica identico a un altro, così come non esiste un’esperienza uguale a un’altra. Qui, a Grottaglie, a Taranto e nelle località della provincia jonica ogni momento diventa irripetibile. Incorniciato nella bellezza dei luoghi e impreziosito da conversazioni speciali, con gli artigiani, con chi conosce la tradizione, con chi l’ha rivoluzionata. Scambi di esperienze anche con i panificatori, con i produttori di vino o con gli esperti di storia.

A Grottaglie, si volta un angolo e ci si ritrova al cospetto della Chiesa Matrice o del Castello Episcopio. Qui è facile incontrare quella bellezza semplice che trasmette ‘serenità’ e, al tempo stesso, consente viaggi nel tempo. Quale stupore deve aver colto il parroco Emanuele Ferro e i suoi collaboratori alla richiesta di Zucchero di visitare (all’ora di pranzo) il Duomo di Taranto

A pochi chilometri da Grottaglie, è una tappa imprescindibile. Lo è stata anche per il musicista reggiano che alle Cantine di San Marzano (sempre in provincia di Taranto) ha festeggiato, qualche giorno fa, i suoi sessant’anni di carriera.

L’autore di Miserere, che riuscì con astuzia a convincere Pavarotti a cantare quel brano, diventato (con altri) famoso in tutto il mondo, ha visitato il duomo in abiti scuri. È entrato nel Cappellone, per ammirare i marmi e l’affresco della cupola, opera del pittore Paolo De Matteis. A un certo punto, contemplando le statue marmoree, il suo sguardo si è fermato sulle canne dell’organo settecentesco. Gli è bastato qualche secondo per raggiungere il piano superiore e suonare lo strumento. L’organo risale al 1790 ed è stato realizzato da Michele Corrado.

Questo è solo un piccolo saggio di quel che di bello può capitare da queste parti. L’estate 2022 vi aspetta a Grottaglie, a Taranto, nel Salento. Incontri speciali e luoghi straordinari. Il Monun boutique Hotel & Restaurant Spa è la location perfetta per le vostre vacanze salentine!