Tornano i matrimoni
Tornano i matrimoni
Al Monun cerimonie eleganti e responsabili

Maggio 2021 è il mese della ripresa di parecchie attività economiche, matrimoni compresi. Sposarsi non è certamente un’attività di carattere economico. Ma il giro di affari che una cerimonia di matrimonio genera coinvolge tante persone, soprattutto tante professionalità. 

Nel 2020 diverse coppie sono state costrette a rinviare il matrimonio; non volevano rinunciare al contesto gioioso che solitamente accompagna l’evento. Altri, meno attenti all’aspetto scenografico della cosa, hanno comunque pronunciato il fatidico sì, scegliendo di festeggiare in modo insolito. C’è chi ha organizzato l’addio al nubilato al supermercato, dove le distanze sarebbero state rispettate; altri hanno consumato il banchetto di nozze in macchina, condividendo il momento e il cibo con gli invitati, ciascuno di loro nella propria automobile.

Oggi, dopo mesi di restrizioni, si torna ad organizzare le cerimonie, non solo di matrimonio. Ma, attenzione! Ci sono delle regole da seguire, se proprio si vuol festeggiare in grande stile

Il protocollo “Linee guida per la ripresa delle attività economiche e sociali” redatto dalla conferenza delle Regioni è un documento che gli sposi promessi devono inserire tra le loro letture, prima di giurarsi amore eterno. 

Intanto gli interessati sono tenuti ad informare gli invitati sulle regole anti Covid che dovranno seguire, durante la cerimonia. Gli spazi vanno organizzati in modo da garantire il rispetto delle distanze. Se possibile, è bene predisporre corridoi separati per entrare e per uscire dalla sala del festeggiamento.

Se possibile, è consigliabile scegliere un posto che possa ospitare gli invitati all’aperto. La mascherina va indossata al chiuso e, all’aperto, solo nel caso in cui non fosse possibile rispettare le distanze (1 metro). 

Il personale del ristorante, naturalmente, è tenuto ad indossare i dispositivi di protezione individuale e a garantire la massima igiene negli spazi destinati ad ospitare il banchetto. 

E la modalità buffet o self-service? È consentita, a patto che il cibo sia somministrato dal personale del ristorante o, in alternativa, che sia confezionato in porzioni monodose. 

Se tutto questo vi sembra eccessivamente limitante, dovete considerare che non siamo ancora nelle condizioni di poter abbassare la guardia. I contagi sono in netto calo, anche grazie alla campagna vaccinale, ma l’Italia non ha ancora raggiunto l’immunità di gregge e il virus è sempre dietro l’angolo, pronto a colpire. 

Fino a pochi giorni fa non era consentito festeggiare nella maniera tradizionale, in un luogo al chiuso. Dobbiamo quindi rallegrarci per aver fatto dei progressi. Sono nuovamente consentiti i festeggiamenti di qualsiasi ricorrenza. Non è una conquista da poco. E il Monun è pronto ad inaugurare una nuova stagione delle cerimonie. Ad organizzare pranzi o cene in tutta sicurezza. Pomeriggi o serate eleganti, negli spazi del suo Restaurant. Una sala luminosa e raffinata, dove è possibile condividere la gioia di un momento importante, rispettando le regole. Al Monun è possibile “costruire” eventi da ricordare. E da replicare. I momenti più belli nella splendida cornice di Palazzo Spinelli.