Grottaglie, città spaziale
Grottaglie, città spaziale
Il Monun e l’approdo dello Space Rider

La magia di Grottaglie è nella sua natura, profondamente radicata nel passato, ma estremamente moderna, anzi spaziale. Il progetto chiamato Space Rider potrebbe approdare proprio nello spazioporto della città delle ceramiche e delle uve. 

Il mini-shuttle automatizzato e riutilizzabile, per usare la terminologia ASI (Agenzia Spaziale Italiana), è l’erede di IXV, una navetta sperimentale realizzata in Italia e testata nel 2015. Space Rider nasce per mettere alla prova nuove tecnologie in volo e per fare esperimenti in microgravità. L’ESA (Agenzia Spaziale Europea) sta pensando di utilizzare Grottaglie per il rientro della “navicella”, lanciata dalla base di Kourou, nella Guinea francese. 

È stato proprio il direttore generale dell’ESA, Josef Aschbacher, ad annunciarlo, durante il seminario intitolato “Obiettivo Europa: l’Italia e il futuro dello spazio”.

Qualche tempo fa, anche noti esponenti della politica pugliese si erano lanciati in “previsioni spaziali”, è il caso di scriverlo, ipotizzando per Grottaglie un futuro radioso, nel quale un posto speciale sarebbe gioiosamente occupato dai voli suborbitali.  

L’Italia crede fortemente nel progetto che dovrebbe coinvolgere la località pugliese dove ha sede il Monun boutique Hotel e Restaurant SPA. In futuro l’orbita bassa, grazie alla quale i veicoli viaggerebbero alla velocità di 27400 chilometri orari, potrebbe essere decisiva, per l’evoluzione degli scambi commerciali e utile per obiettivi istituzionali. 

La Puglia ospita, già da alcuni anni, il Global Space Economic Workshop Italia. Dal 22 al 24 settembre 2021, inoltre, si terrà, presso l’aeroporto Marcello Arlotta di Grottaglie, il Mediterranean Aerospace Matching - MEDITERRANEAN AEROSPACE MATCHING (dtascarl.org). Un’occasione unica di incontro e condivisione di idee e prospettive, sia per le startup innovative, sia per il sistema degli investimenti internazionali. Un’ottima opportunità anche per i giovani dall’intelligenza vivace, ovvero gli scienziati e i creativi di domani. 

Ricerca, formazione e innovazione sono gli ambiti nei quali le imprese pugliesi eccellono. Sono tre sostantivi molto cari anche alla direzione e allo staff del Monun boutique Hotel. 

L’atmosfera che si respira a Palazzo Spinelli, in questo momento, è frizzante, nonostante l’anno difficile che la struttura e tutto il comparto turistico-alberghiero hanno dovuto affrontare. Si vedono i primi segnali di una nuova fase, sicuramente più rilassata, dal punto di vista emotivo. Determinazione e motivazione, tuttavia, non sono mai mancate. 

Il Monun è integrato in un contesto, come sottolineato qualche riga fa, caratterizzato da un grande fermento. L’orizzonte, ora che la pandemia sembra sotto controllo, è molto promettente. Grottaglie è bellezza e storia, ma è anche tecnologia e scienza. Con la provincia di Taranto e l’intera Puglia, rappresenta un polo d’attrazione turistica estremamente importante per l’intero Paese. 

La cultura, qui, trova espressione nelle forme più diverse. La gastronomia è una di queste. E lo chef del Monun Restaurant ne è un grande interprete. L’intera struttura - albergo, ristorante e SPA, che hanno dato una nuova identità a Palazzo Spinelli, storico edificio del XVIII secolo – è una sintesi della modernità e della tradizione che fanno di Grottaglie un sito unico al mondo. Con i suoi canyon, il centro storico, i vigneti, i vini e la magnificenza di uno scenario naturale spesso set di produzioni cine-televisive. 

È il momento di prenotare una vacanza. È il momento di tornare in Puglia o venire a visitarla per la prima volta. Soggiornando rigorosamente al Monun. Sarà un’esperienza che vorrete ripetere, ancora e ancora. Vi aspettiamo