Cento anni in un sorso. Il Monun celebra l’anniversario dell’Aperol
Cento anni in un sorso. Il Monun celebra l’anniversario dell’Aperol
Il Monun celebra l’anniversario dell’Aperol

E’ tra i primi dieci cocktail più apprezzati al mondo, simbolo del Made in Italy ed espressione di solarità e del piacere di stare insieme: l’Aperol compie 100 anni.

Creato nel 1919 dai fratelli Barbieri che, per scegliere il suo nome, pescarono nel vocabolario francese il termine Apéro, il cui significato è “aperitivo”, l’Aperol è veneto per nascita ma cosmopolita nello spirito.

Alcolico ma non troppo (negli anni Trenta i pubblicitari furono audaci nell’impiegare come testimonial le donne), il drink è prodotto ad una gradazione di 11°, per l’Italia, mentre in Germania ne viene commercializzata una versione leggermente più forte, a 15°. 

Dalla Fiera Campionaria di Padova del 1919, dove fu presentato per la prima volta, ad oggi, l’aperitivo ha viaggiato per il mondo, da solo o, più spesso, miscelato ad altre bevande. Il risultato di questi incontri è una splendida corona di cocktail a base di Aperol, fatta di tante gemme: le innumerevoli versioni che arricchiscono le liste di bar e locali, in Italia e all’estero.

Anche il Monun e i suoi ospiti celebrano questo anniversario, ogni giorno, ad ogni sorso. Sulla Terrazza di Palazzo Spinelli, nel cuore di Grottaglie oppure a pochissimi passi dall’Hotel Restaurant & Spa, tra i tavolini del Monun Cafè, nel salotto all’aperto di piazza Rossano. 

Un luogo dove ritrovare il piacere di fermare tutte le altre attività per godere del tempo, nel suo morbido fluire. Non le ore ingollate come un bicchiere d’acqua quando si è in affanno, assetati, ma il tempo da sorseggiare piano, minuti che possono dilatarsi in una delle tante proposte gastronomiche del Monun Cafè, in uno dei suoi calici di vino, o dei suoi cocktail. Il tempo che aspetta di essere gustato sul bordo di una tazzina di caffè, come sul bordo di una terrazza affacciata sul paesaggio che si apre sulle terre del Salento.

Quali migliori spazi per condividere il sapore dolce amaro dell’Aperol, anche nella sua versione Spritz (la più famosa), se non il Monun Cafè e la Terrazza dell’Hotel & Restaurant, che ha da poco inaugurato la stagione degli aperitivi e degli apericena?

L’Aperol al Monun: una certezza color arancio, in un mondo che corre troppo velocemente. Il piacere di un momento da dedicarsi e da condividere, in un luogo che ha fatto dell’accoglienza un’arte nell’arte, quella delle ceramiche.

Simboli di una cultura antica, che si veste ogni giorno di innovazione. Gli spazi Monun ne sono testimonianza, come di bellezza ed eleganza.